Tutela della salute visivaPrevenzione delle minorazioni visive

Cerca nel sito

Effettua una ricerca all'interno del sito, tra le pagine ed il materiale scaricabile.

Registrazione

Per essere informati sulle novità del Centro, ricevere informazioni tramite la nostra Newsletter, accedere al forum e scaricare documenti....

Registrati ora

Contatti

Centro Salvis:
Milano
Via Villa Mirabello 6
tel. 02.608.02.95
mail: info@salvis.it

Forum

Fai domande ai nostri esperti, chiedi consigli, partecipa ai dibattiti ...

Chat

Collegati alla chat per entrare nella comunità del centro Salvis

< In costruzione >

Home » Supporto » Domande frequenti

Domande frequenti

  1. COSA È LA DISABILITÀ VISIVA?
  2. COSA FA IL CENTRO SALVIS PER I DISABILI VISIVI?
  3. POSSO RICHIEDERE UNA VISITA AGLI SPECIALISTI DEL CENTRO?
  4. COME POSSO TENERMI INFORMATO SULLE ATTIVITÀ DEL CENTRO?
  5. L’ATTIVITÀ DEL CENTRO SALVIS È DESTINATA SOLO AGLI ABITANTI DELLA LOMBARDIA?
  6. QUAL È IL RAPPORTO TRA CENTRO SALVIS E CASA PER CIECHI DI GUERRA?
  7. SE DIVENTO SOCIO DELLA CASA PER CIECHI SONO ANCHE SOCIO DEL CENTRO SALVIS?
  1. COSA È LA DISABILITÀ VISIVA?

    Si definisce disabilità visiva una condizione di compromissione della vista tale da non consentire lo svolgimento delle comuni attività quotidiane. Condizioni di questo tipo possono derivare da patologie oculari diverse, ma il risultato è comunque una limitazione dell’autonomia personale e sociale delle persone che ne sono colpite.
  2. COSA FA IL CENTRO SALVIS PER I DISABILI VISIVI?

    Il programma del Centro comprende campagne di informazione, sensibilizzazione ed educazione sanitaria, aggiornamento degli operatori del settore, documentazione ad uso dei diretti interessati, formazione del personale scolastico. Si tratta di iniziative destinate a tutelare la salute visiva e a prevenire l’insorgenza di minorazioni visive sia nell’età adulta che nell’età infantile.
  3. POSSO RICHIEDERE UNA VISITA AGLI SPECIALISTI DEL CENTRO?

    Il Centro SALVIS non eroga prestazioni dirette: i nostri Specialisti sono a disposizione degli utenti attraverso il Forum. Ovviamente, trattandosi di liberi professionisti, chi lo desiderasse può contattarli personalmente per un appuntamento.
  4. COME POSSO TENERMI INFORMATO SULLE ATTIVITÀ DEL CENTRO?

    E’ molto semplice: basta registrarsi sul sito e richiedere l’invio della newsletter tramite e-mail.
  5. L’ATTIVITÀ DEL CENTRO SALVIS È DESTINATA SOLO AGLI ABITANTI DELLA LOMBARDIA?

    Le iniziative del Centro che prevedono un intervento diretto dei suoi Specialisti o la distribuzione di materiale informativo sono rivolte specificamente alla popolazione lombarda, ma attraverso il sito internet è possibile fornire servizi utili su tutto il territorio nazionale: Chat, Bacheca Annunci, Documentazioni scaricabili e altre informazioni non hanno limiti territoriali; inoltre il Forum consente a chiunque, indipendentemente dal luogo di residenza, di rivolgere quesiti agli Specialisti del Centro.
  6. QUAL È IL RAPPORTO TRA CENTRO SALVIS E CASA PER CIECHI DI GUERRA?

    La Casa per Ciechi di Guerra della Lombardia ha svolto fino allo scorso anno solo attività di sostegno rivolte alle persone divenute cieche per cause belliche. Dall’inizio del 2008 i suoi dirigenti hanno però deciso di impegnarsi a favore di un’utenza molto più ampia, istituendo a questo scopo il Centro SALVIS, che dipende dalla Casa per tutti gli aspetti organizzativi e decisionali.
  7. SE DIVENTO SOCIO DELLA CASA PER CIECHI SONO ANCHE SOCIO DEL CENTRO SALVIS?

    Il Centro SALVIS non prevede la possibilità di associarsi, ma solo quella di registrarsi come utenti del sito. Tuttavia diventando soci della Casa per Ciechi si ha diritto di partecipare all’Assemblea, nella quale vengono prese anche le decisioni per l’attività del Centro.

In primo piano

continua a leggere

5 per Mille

Dona il tuo 5 per Mille alla Casa di Lavoro e Patronato per i Ciechi di Guerra di Lombardia ONLUS - 01122250150. La tua firma ci aiuterà a portare avanti i nostri progetti.
continua a leggere

L'occhio bionico

Storia recente delle protesi elettroniche. Dall'aprile 2005 all'aprile 2008 tre anni di progressi entusiasmanti. Le prime sperimentazioni sull'uomo e le speranze per il futuro.